Mose di Venezia

mose-venezia-argos-blue-1-1
mose-venezia-argos-blue-1-1

Una delle commesse più recenti di maggior prestigio della Argos riguarda il trattamento di nichelatura di gruppi di funzionamento per l’intero sistema Mose di Venezia.

Si tratta dei particolari meccanici che nel loro insieme permettono il funzionamento di apertura e chiusura delle 78 paratoie mobili atte ad assicurare la completa difesa di Venezia dalle acque alte.

Tali paratoie sono costituite da strutture scatolari metalliche di grandi dimensioni connesse ai relativi cassoni di alloggiamento attraverso cerniere, il cuore tecnologico del sistema, che vincolano le paratoie ai cassoni e ne consentono il movimento.

Mose Venezia Argos

I componenti trattati dalla Argos, parte vitale del funzionamento di apertura e chiusura del Mose, dovranno assicurare il costante e perfetto funzionamento per lunghissimo periodo resistendo a forte corrosione quale quella marina mantenendo inalterate le superfici dei componenti a garanzia del sistema.

La FIP Industriale, società del Gruppo Mantovani che ha realizzato il gruppo cerniera–connettore, in osservanza delle più severe prescrizioni e normative in materia di resistenza meccanica e corrosione richieste dalla Direzioni Lavori del Ministero delle Infrastrutture, ha richiesto ad Argos la definizione di cicli e procedure che garantissero l’assoluto rispetto dei rigidi parametri imposti dai capitolati di fornitura.

Ebbene Argos, grazie alla tecnologia e know how di cui dispone, in piena collaborazione con Laboratori Esterni accreditati per il controllo e la verifica di rivestimenti superficiali, ha potuto definire cicli e procedure con relativi test tali che il riporto Niploy testato su ogni singolo pezzo (oltre 2000 pz anche di grosse dimensioni) superasse i valori ed i parametri fissati, su tutti la porosità zero del rivestimento Niploy sui vari componenti, filettature comprese.

Ciò a portato ad aumentare ancor più il livello e le performance dei rivestimenti di nichelatura chimica Argos tali da poter affrontare anche i più critici campi di applicazione con la tranquillità e la consapevolezza che solo la competenza e la più che trentennale esperienza nel campo possono garantire.